RIVISTA! La scoperta dell'America

21.03.2018

21 MARZO 2018 
@ Circolo ARCI La Serra - Recanati - MC
🎪il primo appuntamento della
RIVISTA!: de Il Salotto Letterario di Mimì
un modo per farvi gustare spettacoli in tema socio culturale con la giusta leggerezza!

🎭iniziamo dal duo in musica e racconto con Andrea Cota e Valerio Malorni
"la Scoperta dell'America" di Cesare Pascarella.
"Nun ce se pensa e stamo a fa baldoria,
nun ce se pensa e stamo all'osteria;
ma invece stamo tutti ne la storia"
La Scoperta dell'America
di Cesare Pascarella con:
Valerio Malorni - Racconto
Andrea Cota (Mondo Cane) - Musica

Il Salotto letterario di Mimì è lieto di invitarvi al primo appuntamento di RIVISTA! :
Il Circolo Arci La Serra ospita il geniale testo di Cesare Pascarella, 'La scoperta dell'America', portato in scena con originalità e vitalità dai due menestrelli Valerio Malorni & Andrea Cota.
Pascarella (1858 -1940) è una delle glorie letterarie di Roma. Il numero delle sue opere è minore di quello dei due dialettali più famosi, Belli e Trilussa, ma non inferiore per qualità.
Come scrisse Croce: 'Pascarella inventa, mescola realtà e fantasia e suscita un sentimento estetico nel lettore, generalmente mediante il comico, la pompa e la malinconia'.
Ne 'La scoperta dell' America' un gruppo di popolani all'osteria, discute della famosa storia di Cristoforo Colombo. Tra una bevuta e l'altra le avventure ne vengono descritte in modo molto pittoresco, filtrate attraverso la fantasia del popolo, arricchite da spunti di grande vivacità. E tutti i personaggi della vicenda parlano e si comportano come se essi stessi fossero popolani romani, con i loro modi di dire e con ragionamenti ingenui e disarmanti:
Ma l'acqua è peggio, assai peggio der foco.
Perché cór foco tu, si te ce sforzi
Co' le pompe, ce 'rivi tu a smorzallo;
Ma l'acqua, dimme un po', co' che la smorzi?
Quel che rapisce di quest'opera è la tenacia del sognatore che ne esce: Colombo. Pascarella, con l'ironia e la schiettezza del dialetto romanesco, ci racconta la caparbietà di un uomo che ha lottato contro tutto e tutti per raggiungere ciò in cui credeva:
"E più lui s'ammazzava pe' scoprilla
E più quell'antri je la ricopriveno"
Pascarella rende universale il viaggio e l'esperienza di un singolo uomo, ne fa la chiave per leggere tutti i grandi della Storia, accompagna il nostro cuore alla memoria di tutti quelli che per le loro scoperte sono stati osteggiati in vita, ma che con le loro scoperte hanno aperto nuovi mondi per sempre.
Tra la Storia e gli uomini (che l'hanno fatta) si muove con sorprendente intelligenza il suo copione; tra poesia e comicità la trascinante messa in scena di Malorni e Cota.